Benvenuti nel Vostro spazio sul Mio sito
17 dicembre 2017
Noleggio Abito da Sposa si o no?
25 marzo 2019

Come da tradizione il primo articolo dell’anno è un argomento a cui tengo particolarmente. Quest’anno voglio presentarvi due ragazze fenomenali  che sono riuscite a portare anche in Italia e nel mondo della moda il concetto della share economy. Caterina ed Elena, note al mondo degli addetti come coloro che hanno fondato Dress You Can, il primo portale e negozio dove noleggiare abiti e accessori da sogno per essere perfette per ogni evento senza chiedere un mutuo. Note invece al mio portafoglio per essere coloro che hanno creato la mia dipendenza dalle Manolo Blahink; dipendenza non ancora curata per altro.

Dress you can nasce da un’intuizione geniale di Caterina. Quante volte guardando un abito da sogno ci siamo dette, bello ma quando lo metto? Oppure ci siamo lasciate tentare da scarpe stupende che siamo riuscite ad indossare una sola volta. Quanto sarebbe bello avere un armadio infinito, con infinite combinazioni e possibilità per ogni occasione e sempre con i giusti accessori? E non sarebbe ancora più bello se questo armadio gigante riuscisse ad entrare nel nostro minuscolo monolocale con angolo cottura? Ecco qui l’intuizione, Caterina viaggiando per il Marocco vede un abito stupendo, se ne innamora e lo desidera, ma sa già che sarà fortunata se lo indosserà una sola volta, il resto dei giorni sarà un ingombro nel guardaroba, ma la donna è fatta al 90% d’acqua e per il resto d’istinto perciò lo acquista, con la giustificazione che tante ci diamo e cioè che lo condividerà con le amiche cosi sarà sfruttato e non si sentirà in colpa per aver speso un capitale.

L’idea dello sharing con le amiche diventa un piano di business e cosi Caterina e la sua amica Elena aprono a Milano Dress You Can, uno show room lussuoso (anche on line) dove trovare sia abiti da sogno che outfit quotidiani di design, il tutto corredato da accessori e scarpe. Il fatto di poter avere un armadio infinito e un look diverso per ogni occasione mi fa sentire come una bimba che entra in un negozio di caramelle e che può mangiare quello che vuole senza preoccuparsi delle carie. L’idea non è solo utile per non spendere una fortuna ma è un concetto che incontra la mentalità di molti millennials come me che vedono nello sharing una scelta ambientale responsabile ed un nuovo passo verso l’ecologia e la cultura dell’anti spreco.

Per tutte noi millennials il concetto non è possedere ma utilizzare, siamo nate e cresciute con la cultura dello sharing: dalla macchina alla bicicletta. Siamo abituate ad indossare un abito una sola o massimo due volte, e oggi possiamo farlo anche con gli outfit senza sentirci troppo in colpa verso portafoglio e ambiente. Il tempo di andare al party fare un selfie e via con un altro look!

Vuoi scoprire perché Dress You Can è una rivoluzione anche per spose, damigelle e invitate? Leggi il mio prossimo articolo Share The White Dress!

Torna al blog